Sistemi di gestione per la sicurezza alimentare

Il sistema di gestione ISO 22000 (Food Safety Management System – Requirements for any organization in the food chain) definisce i requisiti per la progettazione e l’applicazione di un sistema di gestione della sicurezza in ogni azienda della filiera agro-alimentare. Viene concepita per essere compatibile con le altre norme internazionali sui sistemi di gestioni, quali la ISO 9001 (può quindi essere integrata con i sistemi e i processi di gestione già esistenti).

La nascita della norma è dovuta alla necessità di armonizzare a livello internazionale i diversi standard volontari sviluppati in ambito nazionale per lo sviluppo e la gestione della sicurezza alimentare attraverso il metodo HACCP.

L’ISO 22000 è applicabile a tutte le aziende che operano in modo diretto o indiretto lungo la filiera agroalimentare, inclusi i produttori, trasformatori, distributori ed utilizzatori di packaging e di materiali e oggetti destinati ad entrare in contatto con alimenti (MOCA), i produttori di detergenti, le imprese di pulizia, le società di disinfestazione o le lavanderie industriali.

Il manuale dello standard ISO 22000 garantisce la sicurezza alimentare “dal campo alla tavola”, ovvero da monte a valle, sulla base di principi fondamentali riconosciuti a livello internazionale dagli operatori del settore, quali:

  • Comunicazione interattiva: flusso di informazioni strutturate sia verso l’interno che verso l’esterno dell’azienda, per garantire un controllo efficace dei fattori di rischio.
  • Gestione di sistema: controllo di tutte le interazioni tra gli elementi che fanno parte del sistema.
  • Prerequisiti: adozione degli schemi GMP (Good Manufacturing Practice), GHP (Good Hygiene Practice), GAP (Good Agricultural Practice).
  • Principi HACCP: è la metodologia di base per controllare i processi produttivi e verificarne la sicurezza.

Il 19 Giugno 2019 è stata pubblicata la nuova versione dello standard ISO 22000.

Le principali modifiche rispetto al modello del 2005:

  • Utilizzo dells struttura di alto livello (HLS) dell’ISO: HLS sta per High Level Structure.
  • L’approccio al rischio: distinzione tra rischio a livello operativo e rischio a livello strategico.
  • Il ciclo PDCA (Plan-Do-Check-Act)
  • Il processo operativo: viene fornita una chiara descrizione delle differenze tra termini chiave quali i Critical Control Points (CCP), Operational Prerequisite Programmes (OPRPs) e Prerequisite Programmes (PRPs).

I vantaggi del sistema di gestione ISO 22000:

i principali vantaggi sono dati da un sostanziale miglioramento tangibile e dimostrabile delle performance in ambito di sicurezza agroalimentare e la maggiore garanzia di conformità alle norme.

La ISO 22005 è uno standard internazionale sui sistemi di gestione della rintracciabilità di filiera che completa la serie ISO 22000 sulla sicurezza alimentare.

La norma ha uniformato a livello internazionale tutta la conoscenza in materia di rintracciabilità volontaria, consentendo di tracciare la movimentazione di tutti gli alimenti destinati al consumo dell’uomo e degli animali (mangimi), pertanto risulta essere un valido strumento per la tutela della sicurezza alimentare e della qualità dei prodotti di cui sarà possibile documentare non solo la natura e l’origine (territorialità, peculiarità degli ingredienti), ma anche e soprattutto la loro collocazione sul mercato per consentirne, in caso di necessità, il loro ritiro.


La nostra azienda si trova ad Empoli ed offre servizi in tutto il territorio regionale (Firenze, Pisa, Livorno ecc..) e nazionale (Milano, Roma, ecc…)

Per conoscere tutti i servizi che offriamo alle aziende (clicca sull’immagine)

Per contattarci e/o fissare un sopralluogo gratuito (clicca sull’immagine)

2020-08-31T10:51:48+00:00
This website uses cookies and third party services. Ok